Progettazione

Bioedilizia: edifici ecologici

La Bioedilizia progetta edifici "ecologici" a basso impatto ambientale e rispetta alcuni principi fondamentali e accorgimenti particolari.
1. Innanzitutto prima di realizzare qualsiasi tipo di edificio è necessario analizzare il luogo ove questo sorgerà, al fine di verificare la totale assenza di elementi nocivi e inquinanti, lo scopo principale infatti è l'integrazione con l'ambiente, senza danneggiarlo, sfruttandone tutte le potenzialità.
2. In secondo luogo devono essere utilizzati materiali a basso consumo energetico facendo attenzione che non danneggino né l'uomo né l'ambiente, quindi materiali bio-ecocompatibili.
3. L'edificio inoltre deve sfruttare fonti energetiche rinnovabili, utilizzare impianti ad alta efficienza energetica, essere orientato correttamente, tenendo conto della collocazione più opportuna delle aperture, e deve poter massimizzare i guadagni solari e minimizzare le dispersioni nei mesi più freddi.
4. Infine devono essere garantiti tutti i comfort possibili, tra i quali il comfort termico, luminoso, acustico, e salubrità dell’ambiente.

Le costruzioni quindi sono a basso impatto ambientale, in grado di garantire benessere e comfort per merito dell'utilizzo di un ottimo isolamento termico ottenuto con materiali naturali e non dannosi per la salute.

Con la Bioedilizia si possono ottenere valori di isolamento termico decisamente superiori a quelli garantiti da una tradizionale costruzione in laterizio e ciò comporta una riduzione delle emissioni di CO2 e di altri gas inquinanti oltre ad una drastica riduzione dei costi, per il riscaldamento nei mesi più freddi e per il raffrescamento nei mesi più caldi.

La giusta combinazione dei materiali, degli impianti e delle tecnologie fino ad oggi conosciute ci permette di costruire edifici e di raggiungere risultati molto soddisfacenti, sino ad ottenere l'azzeramento dei consumi energetici.
precedente: Per i Privati